“Binge drinking”: significati e pratiche di consumo tra i giovani italiani


L’indagine qualitativa effettuata in tre città (Torino, Roma e Salerno) e sul web ha dato voce a un campione di 134 adolescenti (15-17 anni) e giovani (22-24 anni) che praticano il binge drinking per capire se rappresentino una categoria omogenea per quantità, modalità e motivazioni del bere. Obiettivo della ricerca è avviare una riflessione su significati e utilizzo del concetto di binge drinking (letteralmente abbuffata alcolica) in Italia, al fine anche di spiegare le ragioni della variabilità dei dati rilevati dalle diverse indagini sui giovani e l’alcol e della differenza riscontrata tra le dichiarazioni sugli episodi di ubriachezza (tra le più basse in Europa) e quelle relative al binge drinking (di poco inferiori alla media europea). Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool, Roma

2013